Riconoscimento Internazionale Santa Rita

21/05/2019

Ecco chi sono le donne di Rita 2019

Ecco chi sono le “Donne di Rita2019, donne che, incarnando nell’oggi i valori ritiani del servizio, dell’amore per la famiglia e del coraggio di abbracciare la propria croce, sono state prescelte quest’anno per ricevere il prestigioso Riconoscimento Internazionale Santa Rita:

  • Elisabetta Forlenza di Torrevecchia Pia (Pavia), per aver saputo perdonare l’uomo che, ubriaco, ha investito mortalmente suo figlio Federico all’alba dei suoi 16 anni. Dopo un duro cammino che ha attraversato la sofferenza del rancore e dell’incapacità di accettare i piani di Dio, Elisabetta è approdata alla conversione del cuore che le ha permesso di trasformare il dolore in amore da offrire agli altri, prima attraverso il perdono dell’investitore di suo figlio e poi attraverso la creazione di un gruppo di preghiera che ha avvicinato a Dio tanti giovani e adulti lontani dalla fede.
  • Fabrizia Felici di Norcia (Perugia) per aver saputo abbracciare la croce accogliendo come meraviglioso dono di Dio la nascita della sua primogenita Rosa Valentina, affetta dalla nascita (28 anni fa) da una rara forma di disautonomia e di encefalopatia epilettogena, e per dedicarsi con gioia, amore e generosità non solo alla sua famiglia ma anche ai più deboli.
  • Rosanna Serantoni di Cascia (Perugia) per aver dedicato totalmente, con amore e fede nel Signore, la vita alla cura della sua famiglia, prima assistendo il figlio Giovanni affetto da autismo, poi accompagnando il marito negli anni della malattia fino alla sua morte e, subito dopo, offrendo le sue cure amorevoli al primogenito Fabio nella riabilitazione seguita a un grave incidente che ha privato il giovane della sua autonomia.
  • Nunzia Addolorata Epifania, da tutti conosciuta come Tina, di Matera, per aver creduto fortemente nel suo matrimonio e nella sua famiglia, tanto da perdonare i ripetuti tradimenti del marito portandolo, con l’amore, l’incessante preghiera fiduciosa a Dio e a Santa Rita, al pentimento e alla conversione.

 

Le loro storie saranno presentate alla comunità casciana alle ore 21.00 del 20 maggio, presso la Sala della Pace del Santuario di Cascia, dal direttore di Umbria Radio e giornalista Ansa, Gianluigi Basilietti, mentre la vera e propria cerimonia di consegna della pergamena del Riconoscimento avrà luogo il 21 maggio alle ore 17.30 presso la Basilica di Santa Rita in Cascia dalle mani del Vicario Generale dell’Ordine Agostiniano, Padre Joseph L. Farrell.

 

Per approfondimenti sul programma della Festa clicca qui 

 

back