Riconoscimento internazionale Santa Rita

È stato istituito nel 1988 dal Comune e dal Monastero di Cascia. Nel suo genere, si tratta di uno dei più prestigiosi riconoscimenti internazionali.

Scopo del Riconoscimento Internazionale Santa Rita, è quello di mostrare al mondo l’operato delle donne che vivono secondo quei valori che contraddistinsero l’esistenza di Rita: il perdono e l’amore. Sono le donne di Rita. Donne che si sono distinte per la forza del perdono o per avere vissuto come una missione l’impegno in difesa della dignità dei diritti e dei doveri dell’uomo.

Internazionale e interconfessionale. Il Riconoscimento viene assegnato il 21 maggio, vigilia della festa di Santa Rita, a donne di ogni età, condizione, nazione, religione. I criteri di assegnazione, infatti, non si basano necessariamente su aspetti religiosi del modello ritiano, ma anche etici e sociali. Perché il messaggio di Rita è senza tempo, così come il modello di santità che vogliamo perseguire.

Anno 2011 Sara Fumagalli

La sua vita è segnata dalla riscoperta della fede e da un’instancabile opera di pace, che la porta a realizzare progetti di sviluppo nel Sud del mondo.

Anno 2010 Pierluigia Ciucarilli

Infermiera di Spoleto e coordinatrice nel Servizio ADI e Hospice locale. “Luigia” è la personificazione della cura e del sostegno verso i malati di tumore.

Anno 2010 Anna Olivieri

Opera all’interno delle carceri, dove apre una lavanderia per impegnare in modo costruttivo le detenute presso la sezione femminile del carcere.

Anno 2010 Cooperativa Sociale Santa Rita

Nasce nel ’92, grazie ad alcune famiglie della periferia di Milano e ai Padri Agostiniani, per aiutare i ragazzi con gravi disabilità, quali soprattutto la Sindrome di Down.

Anno 2009 Sr. Maria Laura Mainetti

Uccisa il 6 giugno 2000 a Chiavenna (Sondrio) da 19 coltellate inferte da 3 ragazze minorenni. Sull’esempio di Rita, la suora è stata disponibile per gli altri fino a dare la vita.

Anno 2009 Ferminia Sacdalan Punongbayan

È povera e vive nelle Filippine. Garantisce in banca per assicurare un prestito a un’amica, che non restituisce i soldi. Anche se le viene pignorata la casa, perdona l’amica.

« indietro 1  2  3  4  5 avanti »

back