Riconoscimento internazionale Santa Rita

È stato istituito nel 1988 dal Comune e dal Monastero di Cascia. Nel suo genere, si tratta di uno dei più prestigiosi riconoscimenti internazionali.

Scopo del Riconoscimento Internazionale Santa Rita, è quello di mostrare al mondo l’operato delle donne che vivono secondo quei valori che contraddistinsero l’esistenza di Rita: il perdono e l’amore. Sono le donne di Rita. Donne che si sono distinte per la forza del perdono o per avere vissuto come una missione l’impegno in difesa della dignità dei diritti e dei doveri dell’uomo.

Internazionale e interconfessionale. Il Riconoscimento viene assegnato il 21 maggio, vigilia della festa di Santa Rita, a donne di ogni età, condizione, nazione, religione. I criteri di assegnazione, infatti, non si basano necessariamente su aspetti religiosi del modello ritiano, ma anche etici e sociali. Perché il messaggio di Rita è senza tempo, così come il modello di santità che vogliamo perseguire.

Anno 2009 Paola Stocco

Cinquantenne casalinga del veronese, con Eugenio Marrone crede fermamente nella famiglia: ha dato alla luce 13 figli (di cui sette sono morti), adottandone altri quattro.

Anno 2008 Carla Faconti

Sempre sensibile verso le necessità dei poveri e dei sofferenti, ha saputo comunicare tra i quartieri poveridi Palermo l’ardore della sua carità cristiana.

Anno 2008 Marcella Demofonti

Premurosa verso il prossimo, testimonia il Vangelo della Carità donando la vita per il bene comune, soprattutto verso le ragazze dell’Alveare di Santa Rita.

Anno 2008 Teresa Strangio

Ha avuto la forza di perdonare pubblicamente gli assassini di suo figlio e di suo fratello, nel pacifico tentativo cristiano di distruggere la forza dell’odio e della violenza.

« indietro 1  2  3  4  5 

back