Abside dell'Assunta

L'affresco del catino raffigura l'assunzione di Maria ed è stato realizzato dall'aretino Gisberto Ceracchini, poco dopo la proclamazione di tale dogma di fede da parte di Pio XII nel 1950. In alto è la vergine che ascende al cielo circondata da angeli in festa, che agitano dei gigli.

Gli apostoli intorno alla tomba vuota guardano Maria, che si eleva da terra, colmi di stupore. Ai lati la città di Cascia e lo scoglio di Roccaporena.

L'armonia e la vivacità dei colori, come il movimento dei personaggi, rendono l'opera molto bella, dando a chi guarda una sensazione di festa e di riposo. Nell'arco trionfale, la Vergine che riceve la comunione prima del transito e la Deposizione di Gesù dalla croce nelle braccia della madre.

Nella fascia del matroneo, tra gruppi di angeli, sono dipinti momenti della vita di Maria: nascita, annunciazione, visitazione, natività di Gesù, presentazione al tempio di Gesù. La pala sull'altare raffigura la Madonna della Consolazione, seduta in trono con il bambino sulle ginocchia e ai lati Sant'Agostino e Santa Monica che ricevono la cintura, simbolo della famiglia agostiniana.

È opera delle ticinese Giuseppe Valerio Egger ed è datata 1947.

Il disegno delle vetrate di questa parte della Basilica, ricche di colore, è di Silvio Consadori; queste splendide vetrate raffigurano la vita della Madonna, dalla sua presentazione al tempio alla Pentecoste.

back