L'Oratorio del Crocifisso

Attraverso la scalinata si arriva nell'oratorio del crocifisso, dove la tradizione afferma che Santa Rita ricevette la stigmata sulla fronte. Al tempo di Napoleone, tra il 1810 ed il 1815, purtroppo, fu adibito a focolare. L'affresco è difficilmente databile perché è stato molto rovinato dall'umidità. La statua in marmo di A. Biggi è del 1957. Questo luogo e questa immagine, ricordano il fatto centrale della vita e della spiritualità ritiana.

È il 1432. Un giorno, mentre è assorta in preghiera, forse memore della predicazione sulla passione di Cristo fatta da fra Giacomo della Marca nel 1425 presso la chiesa di Santa Maria e, ancor più, formata alla spiritualità agostiniana incentrata sull’amore verso l’umanità di Cristo (che trova la sua più alta espressione nella passione), chiede al Signore di renderla partecipe alle sue sofferenze. Non sappiamo cos’è accaduto in quel momento, una luce, un lampo, una spina staccatasi dal Crocifisso le si conficca nella fronte e nell’anima.

back